Porto Livorno 2000   /  Turismo

Turismo

Una finestra aperta sul Mediterraneo

Livorno, il porto per la Toscana

 

 

Se la Toscana è una delle regioni più ricche di testimonianze storiche, artistiche e paesaggistiche, meta di gran parte dei turisti che arrivano in Italia, Livorno ne è la porta di accesso dal mare.

Quando Cosimo de Medici, alla fine del XVI° secolo, scelse Livorno come scalo per il Granducato - culla del Rinascimento italiano e potente nazione di mercanti e banchieri - ne aveva intuito le potenzialità dovute anche alla sua posizione strategica non lontana da Firenze, ed equidistante dagli altri Comuni: Pisa, Siena, Pistoia, Lucca, ed ancora San Gimignano, Certaldo, Volterra, terre ricche di storia e di talenti, dove si sente ancora l’eco della cultura etrusca e romana.

Nei secoli Livorno ha ereditato la tradizione delle Repub- bliche Marinare, fra le quali quella della vicina Pisa, affermando la sua centralità nelle rotte mediterranee e transo- ceaniche, diventando porto polifunzionale di rilevanza internazionale.

Oggi Livorno è un importante scalo commerciale che non ha perso di vista la sua vocazione turistica di porto destinato alle crociere ed a passeggeri: ancora oggi il suo porto è la soglia di accesso ad un territorio dove ingegno, bellezza ed arte hanno trovato da secoli dimora.