Porto Livorno 2000   /  Azienda   /  Notizie   /  Dettaglio notizia

Precisazione all’articolo de La Nazione: “In città restano solo le briciole…”

Conferma degli standard ordinari del traffico di passeggeri rimasti in città

COMUNICATO STAMPA

 

Rettifica all’articolo de “La Nazione”: “In città restano solo le briciole..”

In merito all’articolo comparso il giorno 22 quest’oggi, martedì 14 giugno 2016, dal titolo: “In città restano solo le briciole”. Amarezza all’Ufficio Informazioni”, si precisa quanto segue:

il traffico passeggeri rimasti in città registrato ieri in occasione dello scalo della nave Carnival Vista al porto di Livorno rientra negli standard ordinari anche se leggermente sotto alla media.
A conferma di questo dato contingente arrivano le parole del Comandante della nave che in un colloquio con il Presidente Provinciali e Commissario Gallanti avvenuto a bordo precisa che ieri sono rimasti sulla nave circa 2000 passeggeri probabilmente perché non stimolati da una offerta di escursioni corrispondente alle aspettative e in concorrenza con l’offerta di servizi sempre più coinvolgenti a bordo.
E’ comunque solo alla fine della stagione che potremo confermare o meno la percentuale di un 25/30% di passeggeri che utilizza il servizio shuttle-bus per il centro città.
Il dato del servizio shuttle-bus che collega la banchina al centro città registrato ieri è stato il seguente: un totale di 701 ticket emessi per un corrispondente numero di turisti che hanno passato la giornata nel centro della città. Solo 72 passeggeri hanno utilizzato il trasferimento da sottobordo alla stazione organizzato dal tour operator della nave.
Nel corso del convegno di ieri in Fortezza sono stati presentati i dati statistici  per 9 scali compiuti in questa stagione da diverse compagnie clienti di Livorno e, su un totale di 17.298 passeggeri in transito, 4389 sono risultati essere stati trasportati in centro città dalle navette per una percentuale pari a circa il 25%. E questo è un dato statistico e non frutto di una interpretazione da parte di un operatore deluso.
Porto 2000 smentisce il fatto che i passeggeri della Carnival Vista e di tutte le altre navi non  vengono informati della realtà della città e delle sue proposte. A tutti i passeggeri che sbarcano infatti sulle nostra banchine attraverso il personale hostess viene consegnata la mappa in quattro lingue della città, corredata delle informazioni salienti su cosa vistare a Livorno. Questa materiale è stampato a cura e spese di Porto 2000 e distribuito gratuitamente sottobordo in quanto le Istituzioni deputate hanno cessate di produrlo.
Inoltre due hostess Porto 2000 ed un addetto alla security sono costantemente presenti in via Cogorano per indirizzare i passeggeri verso il punto informazioni e per assisterli all’inizio della loro visita.
Come è noto, poi la Società Porto di Livorno 2000 è impegnata da anni su una intensa attività di marketing territoriale condivisa con la Regione Toscana e che riguarda in particolare la promozione di Livorno e dei territori della provincia che costantemente viene svolta in occasione delle fiere internazionali ma che non è oggetto di trattative commerciali

 


in linea con il ruolo della Società che ripetiamo essere di terminalista e di prima accoglienza ai passeggeri. Solo per iniziativa della Porto di Livorno 2000 e dell’Autorità
Portuale la Società è protagonista di una comunicazione di tipo istituzionale dei territori condivisa come detto con il Governo Regionale.
Gli operatori commerciali del territorio, come è ben noto, non possono fare altro che confrontarsi con i tour operator nominati dagli armatori che sono gli unici attori che verificano e decidono sull’attrattività commerciale di una escursione.


Livorno, 14 giugno 2016