Porto Livorno 2000   /  Azienda   /  Notizie   /  Dettaglio notizia

Per un giorno il Porto di Livorno che fu

Ieri il Porto di Livorno ha ospitato un raduno esclusivo di auto d’epoca.

Un gruppo di 18 vetture, appartenenti al Registro Italiano Lancia Lambda, è  giunto a Livorno, sostando nel parcheggio di fronte alla banchina Sgarallino e visitando per qualche ora la nostra città.
Il registro Italiano Lancia Lambda vede riunire un gruppo di appassionati  che ogni anno decidono di percorrere, con le loro auto storiche, un itinerario di qualche giorno lungo le strade di tutto il Paese.
Con le auto parcheggiate con cura l’una accanto all’altra, con alle spalle le mura imponenti della Fortezza Vecchia,  ieri al Porto di Livorno sembrava di rivivere l’atmostera di  un tempo, come una vecchia cartolina del Porto che fu.
Le vetture appartengono al periodo tra il 1922 e il 1929 tutte provenienti dalla “Maison” Lancia e tutte modello Lambda, un modello che mostrò al pubblico un’auto rivoluzionaria per quell’epoca essendo stata la prima vettura con carrozzeria portante (ovvero senza telaio), con sospensioni anteriori indipendenti, che fu molto apprezzata dal mercato degli Stati Uniti e dell’Australia.
Le 18 vetture in transito al porto di Livorno fanno parte di un gruppo di esemplari che in Italia non supera le 200 unità. A guidare il gruppo è stato il Presidente del Garage del Tempo di Cecina  il Signor Piermario Meletti Cavallari.